Arte & Cultura Destinazioni

Le 5 città perdute più affascinanti del mondo

Alcuni luoghi sono un enigma. Altri una spiegazione.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono stati parecchi i motivi a far perdere intere città, perfino intere popolazioni. Le guerre, il tempo atmosferico, intervento cosmico… perciò la storia ci ha insegnato che niente dura per sempre. 

Ecco alcune delle città, paesi e insediamenti perduti più intriganti del mondo:

Cartagine, Tunisia – Fu al centro delle guerre prima con l’Impero Romano e successivamente ricostruita dai romani e portata a nuova gloria, si ritrovò ancora una volta al centro del conflitto e fu distrutta dagli arabi musulmani espandendo il proprio controllo. Oggi è possibile visitare i resti delle terme romane, templi e ville assorbiti dall’espansione della capitale.
Ercolano, ItaliaFu una città perduta in un fiume di lava vesuviana e cenere nel 79 dC. Nella città risiedevano i membri della famiglia imperiale, fu scoperta circa 300 anni fa e rimane un tesoro per gli archeologi. I più allettanti, tuttavia, sono le centinaia di rotoli trovati nella Villa dei Papiri, testi dell’unica biblioteca antica sopravvissuta fino ai tempi moderni.
Babilonia, Iraq – Fu colonizzata intorno al 2500 a.C. Divenne un grande centro del mondo mesopotamico solo 500 anni dopo. Fu distrutta nel VI secolo a.C. dagli Assiri e poi abbandonata in rovina nel II secolo a.C. Le rovine di Babilonia riportano immagini di un passato biblico, tra cui la grande Torre di Babele e gli splendidi giardini pensili.
La storia ha mostrato che alcuni posti possono sopravvivere nel tempo al di là dei loro percorsi, altri invece si portano solo i ricordi e i resti che tanto vogliamo scoprire.
Taxila, Pakistan – Fondata da un antico re indiano intorno al VII secolo aEV, Taxila (o Takshashila) è la storia di tre città perdute. Ha goduto di un periodo di importanza nel mondo della filosofia e delle arti, che è continuato sotto i Kushan, che hanno rilevato e rifondato Taxila come Sirsukh. Alla fine, la città fu persa dagli Unni nel VI secolo, che la distrussero e la lasciarono in rovina.
Skara Brae, ScoziaDefinito più come un villaggio che come città, questo insieme preistorico di rovine nelle Orcadi, in Scozia, è un piccolo insediamento agricolo di oltre 5000 anni. Fu scoperto nel 1850 dopo che una tempesta rivelò i resti di pietra. Gli scavi hanno mostrato che il villaggio aveva almeno otto cottage in pietra, completi di letti, focolari e scaffali.

Nell’articolo abbiamo cercato di darvi solo alcuni dei posti che si portano dietro una storia particolare, ovviamente ci sono tante le città che meritano di essere visitate.

Nel nostro sito di Orizzonti, oltre ad una vasta possibilità di scelte, potete fare anche una selezione accurata di posti adiacenti a delle terre che sono ancora da scoprire.

Date un’occhiata!

Buona lettura!

Ti potrebbero interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *